Il Glaucoma

Il glaucoma, meglio conosciuto come “il ladro silenzioso della vista”, consiste in un danno irreversibile alle cellule del nervo ottico.
In questa condizione l’umore acqueo, il liquido prodotto all’interno dell’occhio, trova difficoltà a scorrere nelle strutture oculari e pertanto causa sofferenza alle fibre del nervo, determinando l’innalzamento della pressione oculare e un progressivo peggioramento del campo visivo.
Nella fasi iniziali il glaucoma è privo di sintomi, ma negli stadi più avanzati si manifesta attraverso un restringimento del campo visivo, con la percezione di macchie nere nella visione periferica.
Nei casi di glaucoma acuto il paziente accusa un forte dolore all’occhio, mal di testa, nausea e vomito.

Per tutti i pazienti affetti da glaucoma è fondamentale sottoporsi ad una visita oculistica ed eseguire esami diagnostici per monitorare l’andamento della patologia, nello specifico il campo visivo computerizzato e l’OCT del nervo ottico, e stabilire insieme al medico oculista la terapia più adatta al singolo caso.

Fattore Importante

Un altro fattore importante da considerare è lo spessore corneale: una pressione oculare alta in una cornea sottile può rappresentare un campanello d’allarme, per questo è molto importante tenere la pressione sotto controllo.

La terapia

La terapia del glaucoma può essere di tipo farmacologico, chirurgico e parachirurgico.

La terapia farmacologica consiste nell’assunzione di colliri che mirano all’abbassamento della pressione oculare, rallentando il più possibile l’evolversi del danno al nervo ottico. 

Qualora questa non sia sufficiente è necessario ricorrere alla terapia parachirurgica, chiamata iridotomia, che prevede un trattamento laser utile a creare dei piccoli fori sulle strutture oculari, in modo da aumentare il deflusso dell’umor acqueo e diminuire la pressione oculare. È una procedura ambulatoriale sicura, rapida, indolore e il paziente può riprendere le sue normali attività in pochissimo tempo.

La terapia chirurgica, indicata nei casi in cui né i colliri né il laser siano sufficienti a rallentare la progressione della malattia, consiste in un intervento per liberare lo spazio tra le strutture oculari, in modo da aumentare il deflusso dell’umor acqueo e abbassare definitivamente la pressione oculare. 

Si valuterà l’efficacia del trattamento eseguito o delle terapie in essere mediante visite oculistiche di controllo, con misurazione della pressione intraoculare, coadiuvate dagli esami del campo visivo e dell’OCT.  

potrebbe interessarti

La Diplopia

Ti è mai capitato di vedere doppio? Nell’articolo che segue troverai tutte le risposte alle domande che ti sei sempre

LEGGI DI PIÙ

Il Glaucoma

Il glaucoma, meglio conosciuto come “il ladro silenzioso della vista”, consiste in un danno irreversibile alle cellule del nervo ottico.In

LEGGI DI PIÙ
0 0 voti
Article Rating
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Ci piacerebbe avere le tue opinioni, commenta pure.x